Sposini “low-cost”

Posted on maggio 20, 2011

1


Che il matrimonio sia in crisi oramai è un classico della “vociferazione italiana”

Certo mi fa sorridere il paradosso… mentre le coppie etero scelgono sempre più la convivenza e non il matrimonio, loro che potrebbero, invece le coppie gay/lesbo che sognano e vorrebbero avere anche loro il diritto di convogliare a nozze, non possono.

Ma a parte le divagazioni, credo che il calo, negli utlimi tempi, sia dovuto anche alla crisi e questo perchè è risaputo che per uno sposalizio si possono arrivare a spendere anche decine di migliaia di euro.
E così ecco divampare nel WEB una miriade di siti che propongono “nozze low cost”, ma sono veramente convenienti o no?
E soprattutto, per realizzare nozze economiche c’è veramente bisogno di una organizzazione o basta un po’ di sano “fai da te” abbinato a uno stile “vecchi tempi”?

Facciomo un piccolo ragionamento:

Gli inviti? Si possono mandare tramite sms o via mail!

Le bomboniere? Si possono fare a mano, si può fare una bella donazione umanitaria.

Vestiti? Dico ci sarà qualcosa nell’armadio di decente e elegante?

L’auto “per la chiesa”? In bicicletta caricata sulla canna dal papà lei! In autobus con gli amici lui!

La messa con fiori e addobbi? Spartana, fiori di campagna.

La cena/pranzo? Agriturismo, trattoria, happy hour o ancora meglio… PIC NIC!

Il viaggio? Un bel percorso in macchina o in treno a trovare tutti quegli amici e parenti che abitando lontano non sono venuti al matrimonio e che ospiteranno i due sposini molto volentieri.

Dite che ne dite?

Si invita al COMMENTO E al SUGGERIMENTO su tutto ciò che è low cost.

Questo e tanto altro nel libro “Una vita low cost” – ACQUISTALO ORA


Annunci